Salta al contenuto

Quello che ti avrei detto

Avessi potuto,

Te lo avrei detto, che capita di percepirsi,

sotto la pelle.

Che le parole sono accessori,

Che ci si può guardare con la pancia, con le terminazioni nervose.

Te lo avrei scritto su un pezzo di carta, di quelli strappati, dai contorni irregolari.

Ti avrei baciato sulla bocca i segreti che conosco.

I passaggi chimici, quelli che non succedono mai e che sono successi stavolta.

Se avessi potuto avrei passato le dita, aperte, sui capelli che non ci hanno creduto.

Sul collo che non ha tentato,

Sul petto che non ha seguito il verso.

Questo.

Potendo…

Comments

comments

Published inUncategorized

Un commento

  1. Anonimo Anonimo

    Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *